Cerca English (United States)  Italiano (Italia) Deutsch (Deutschland)  Español (España) Čeština (Česká Republika)
giovedì 13 agosto 2020 ..:: HomePage ::.. Registrazione  Login
Navigazione Sito

Notiziario della Campania Riduci




NOTIZIARIO , NAPOLI  E CAMPANIA.

QUELLO CHE AVVIENE NELLA NOSTRA CITTA’

 

Fatti e misfatti di una giornata inconsueta almeno per  come c ‘eravamo abituati, negli ultimi periodi, sia nelle cronache si altri settori, dove di positivo emerge come i  tante volte faccio

             

Tra le notizie di un certo livello ,troviamo la  Ministra alle istituzioni 0stina a rivedere  i preliminari per modificare una Legge che danneggia l’occupazione ai Professori e tutta l’ambiente studentesco.

  

Rapporto Caritas: sono 4 milioni gli stranieri in Italia

 

ROMA, 30 OTT - Sono circa 4 milioni gli immigrati regolari in Italia secondo il rapporto annuale Caritas-Migrantes, il 6,7% della popolazione italiana. La comunita' straniera piu' grande - raddoppiata in due anni - e' quella romena con un milione di presenze stimate. Nell'ultimo anno la popolazione straniera e' aumentata di circa mezzo milione. Il 62,5% si trova al nord (oltre 2 mln), il 25% al centro (poco meno di 1 mln) e circa il 10% nel mezzogiorno (quasi mezzo milione).Almeno 500mila lavorano in nero.

 

ISTITUZIONE

 

Scuola: da novembre lettura 'Gomorra' di Saviano

In 30 scuole Calabria, leggera' brani attore Francesco Reda

(ANSA) - COSENZA, 30 OTT - Al via dal 3/11 a San Giovanni in Fiore la lettura di alcuni brani del libro 'Gomorra' di Roberto Saviano in trenta scuole calabresi. L'iniziativa e' stata promossa dal deputato del Pd, Franco Laratta. I brani di Gomorra saranno letti dal giovane attore calabrese Francesco Reda.

 

 

CRONACA NERA

 

Accoltella amica nel Casertano, arrestata dai carabinieri

 

L'aggressione e' avvenuta in strada 15 giorni fa per gelosia

(ANSA) - CASERTA, 30 OTT -I Cc arrestano una donna, che quindici giorni fa ha ferito a coltellate una ventitreenne alla quale era legata da un rapporto sentimentale. L'arresto e' avvenuto in esecuzione di un provvedimento del Tribunale di S.Maria Capua Vetere, con l'accusa di tentato omicidio. D.P., di 30 anni, di Piedimonte Matese (Caserta), aggredi' l'amica per la strada vibrandole alcune coltellate al basso ventre, senza, pero', ferirla in maniera grave, per motivi di gelosia.

 

SPORT

 

Tre volte Denis, il Napoli fa festa e si prepara alla trasferta di Milano

 

Gli amici della tribuna vip regalano una battuta a De Laurentiis: poco importa se il Comune ha un impianto scarso, presidente, qui fa luce Hamsik

 

Svetta quel testone biondo nella tredicesima notte del San Paolo. Gustavo German Denis pianta di nuovo la bandiera azzurra in cima alla serie A. Con due gol subito e uno nella ripresa, indirizza l´ennesima vittoria nelle gare serali: 3-0 a una informe Reggina. Dal 26 settembre 2007 a ieri sono dieci i successi in campionato, tre in Coppa Uefa.

 

 

 

 

 

 

 






 

 

Campania_trasp.jpg

 

 

 

Stampa  

Links Riduci
Stampa  

In Primo Piano Riduci
La famiglia Onesti ringrazia tutti coloro che, nell'anniversario della scomparsa di Michele Onesti, lo hanno ricordato, anche a mezzo post sui vari forum.

Nell'occasione, per mantenere vivo il contenuto del sito, si invitano gli amici di Michele Onesti ad inviare materiale da pubblicare sul sito all'indirizzo articoli@micheleonesti.it

Grazie.
Stampa  

ANTICIPI E POSTICIPI RUBRICA SETTIMALE ------- VIDEO...... VIDEO NUOVO Riduci

Inviato da: Michele Onesti
05/10/2008 20.23

 

 

 

 1039942ca4e6a6a254-noncirestachepiangere.jpg Un gara e un risultato assurdo Benedetta sia la Sosta

 

GENOA -NAPOLI  3- 2  UNA PARTITA SCONCERTANTE E ASSURDA PERDERE

 

E’ assurdo perdere partite giocate in questo modo e a quest’andatura, però c’è un particolare molto interessante da valutare che fa testo  Se in una squadra tutti girano a buon ritmo e l’uomo che in particolare è atteso per le sue realizzazioni lavora bene arriva alla meta seppure  senza sforzarsi eccessivamente, lui è sempre meno veloce,ma pronto a  regalare emozioni , ma puntualmente le sue proiezioni a rete sono tutte intercettate da portieri fenomeni anche quando non si chiamano Rubinho  come il portiere del Genoa che, non fosse stato lui a parare il Napoli avrebbe chiuso il primo periodo di tempo con all’attivo almeno altre due reti che il lungo e grande portiere brasiliano è stato capace di evitare con guizzi gatteschi quel movimento necessario che lo rendono agile,malgrado la sua stazza fisica.. Anche il Bravo ma sfortunato Denis, non è tanto un tipo agile, anche lui fa miracoli ,ma la stazza fisica imponente non lo permetta di essere più veloce, se poi a questo, che non è un grave difetto, però e una qualità in meno, ci aggiungiamo la bravura di un grande portiere che gli para tutto quello che riesce ad indirizzare in porta, si completa il quadro delle occasioni.

 

Probabilmente è stato anche il vantaggio immediato dopo 25 secondi di gioco realizzato da un mobilissimo Lavezzi, che !Ha fatto svegliare un Genoa, che incoraggiato dai suoi fans, raddoppiava le energie, per portarsi in parità.

Ma è proprio qui che casca l’asino! Se German Denis, avesse realizzato almeno uno su tre, delle occasioni avute di facile realizzazione, si sarebbe parlato di un'altra gara.

 

Invece dai, e poi dai!  Loro i Grifoni, all’appuntamento con il gol ci sono arrivati alla fine del primo tempo con quel Milito che sta creando la differenza in fase offensiva, non ha mia perduto il fluido della rete. Ha proprio una propensione a vedere la settemetriedieci da qualunque posizione. Riesce a sollevare una squadra, seppure priva di tanti elementi di valore come accadeva oggi al Genoa

 

In precedenza aveva realizzato un altro gol, era stato annullato dall’arbitro Dondarini, l’uomo in nero che fischiava falli al Napoli, avrebbe convalidato se il collaboratore di linea  non l’avesse segnalato una posizione di fuorigioco, seppure minima. 

 

Lui Dondarini arbitro casalingo, come fu quello di Lisbona, fischiava falli a favore degli azzurri solo, quando questi erano lontani dall’area di rigore del Genoa, non tenendo conto, tutti gli atterramenti riservati a Lavezzi che, da solo ha portato il Napoli nella zona da tiro e poteva essere un tiro a segno per Denis, ma Haime,  non!  Sbagliava, era solo sfortunato, per la presenza di un ottimo portiere che alla fine è stato il migliore uomo in campo .

 

Se poi nella ripresa il Genoa ha giocato dal 15 del secondo tempo per l’espulsione da ultimo uomo di Marco Rossi, il Napoli, ha regalato al 50% sin dall’inizio un uomo in più agli avversari, proprio per la poca mobilità di Denis, il quale si è mosso maggiormente dopo essere rimasto demoralizzato dalla mancata realizzazione che non sono andate a buon fine,  solo quando gli azzurri erano, un uomo in più,  per l’espulsione di Marco Rossi che atterrava da ultimo uomo Lavezzi in una azione chiaramente da rete. Quando ha visto che la sua squadra, soccombeva, per due reti ad una, ciò nonostante.  Solo allora, ha cercato di rianimarsi,  quando avrà sentito, l’odore di una sostituzione, Ma proprio al suo quasi risveglio,  ha trovato quel Rubinho  tra i pali che non faceva passare neppure l’aria, nel caso.

C’è riuscito a marcare una rete  El tanche, quando, i genoani erano riusciti a mettere a segno in e sempre in inferiorità numerica, il terzo gol.

 

Trovava lo stimolo giusto, per realizzare la rete del due, a tre, ma dopo non c’è stato più niente da fare.

 

Si è capito che il vantaggio di un uomo, e con tre reti subite, neppure quello sarebbe servito. Bisognava provvedere prima, che questi acchiappassero il risultato, e si caricassero eccessivamente.

 

L’uomo in meno, lo avrebbe sostituito il pubblico dagli spalti. Così gli uomini in campo, ricevevano iniezioni di fiducia per continuare .  Trovando sempre l’occasione, d’interrompere ,una volta per crampi; per cadute fittizie, e per le solite perdite di tempo, per manfrine varie, atte a far trascorre i minuti che mancano alla fine di un incontro che, il Napoli, non meritava di perdere.

 

Quello che si vede non può essere smentito! Anche se Denis ha realizzato una rete , ne ha mancato almeno altre tre, pur giocando una gara, che non ha meritato l’insufficienza.,

Avrebbe potuto con le chiare occasioni da rete, meritarsi la palma del migliore, o di uno dei migliori.  Invece ha offerto l’occasione al portiere ospite di essere lui l’uomo partita, per quello che ha saputo parare all’argentino! Che con più attenzione avrebbe potuto piazzare meglio le conclusioni nello specchio della porta .

 

Potrà il Napoli acquistare a gennaio un attaccante che offre più garanzia del Gol, per proiettarlo nelle zone alte della classifica?

 

È quello che il tifoso napoletano si chiede.  Costasse anche qualche sacrificio economico.

Ma se si vuol arrivare,  perché ci sono le componenti  giuste , ma manca solo,  qualche tassello importante.  La spesa si dovrà effettuare;  Marino, non può accontentarsi di uscire dagli stadi!

A  TESTA ALTA . Così come a Lisbona,  e adesso al Ferraris di Genova, con i Grifoni che,

ad altre condizioni,  avrebbe subito una caverna di reti.  

 

Invece si permettono di vincere e andare sotto la curva,  a ringraziare e gridare che hanno vinto, con due uomini in meno,  contro un Napoli che stava facendo le prove di salita in alta quota;  

Senza tener conto delle Vertigini Della sommità . 

 

Questa volta  come la volta precedente, il Napoli, è stato superato dalla stanchezza.  

Speriamo, non diventa un abitudinario alle sconfitte.

 

Non può finire d’incanto quell’entusiasmo creato intorno alla squadra.

Per fortuna arriva la sosta.

 

Poi non trovo logico l’esclusione contemporaneamente di molti calciatori, per effettuare, un Tuornover.  Basta cambiarne, max due, senza rivoluzionare una formazione.

 

Così facendo sì da colpa al preparatore atletico che, non ha saputo distribuire le forze per il campionato.  

Siamo solo alla sesta giornata e si parla d’affaticamento! Quando saremo alla ventesima  o ancora di più! Come si giocherà, seduti sulle sedie a rotelle ?

Michele Onesti

 

 

 

Tags:


Sigla Riduci






Stampa  

Copyright (c) 2000-2006   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2020 by DotNetNuke Corporation